Dieta mediterranea: il segreto per mantenersi in forma e prevenire le malattie del benessere

//Dieta mediterranea: il segreto per mantenersi in forma e prevenire le malattie del benessere
  • dieta mediterranea

La dieta mediterranea è molto più di un semplice regime alimentare dimagrante: la si può intendere come un vero e proprio stile di vita, ormai conosciuto e preso d’esempio in tutto il mondo. Dichiarata dall’UNESCO patrimonio culturale immateriale dell’umanità, la dieta mediterranea è basata sulle abitudini nutrizionali tipiche dei Paesi che si affacciano sul Mar Mediterraneo appunto, tra cui troviamo anche l’Italia. Possiamo quindi considerarci privilegiati da questo punto di vista, perché per noi seguire questo regime dietetico è sicuramente più facile: dopotutto rientra nel nostro patrimonio culturale. Scegliere di seguire la dieta mediterranea significa prima di tutto optare per uno stile di vita sano e per un’alimentazione equilibrata e salutare. Diversi studi hanno dimostrato che questa dieta consente di prevenire quelle patologie tipiche dei Paesi industrializzati come i tumori, il diabete, le malattie cardiovascolari e l’obesità. Seguire tale regime alimentare è quindi un’ottima idea, perché permette di mantenersi in forma e in salute senza rinunce troppo drastiche.

La piramide alimentare mediterranea

La dieta mediterranea ha ispirato una delle piramidi alimentari più famose in assoluto, che non a caso riporta proprio lo stesso nome. Molti nutrizionisti a livello mondiale si basano su questo schema dietetico, perché è ritenuto uno dei più validi e salutari. La piramide ci indica quali alimenti privilegiare e quali invece sarebbero da limitare: vediamo più da vicino di quali cibi si tratta.

  • Alla base della piramide troviamo gli alimenti che possiamo consumare maggiormente e quindi da privilegiare nella dieta: cereali, pasta, pane e patate. Parliamo di carboidrati complessi con un basso indice glicemico.
  • Nel gradino superiore troviamo frutta, verdura e legumi. Anche questi sono cibi che possiamo consumare senza troppi problemi tutti i giorni, insieme a formaggi, yogurt e olio extravergine di oliva. Quest’ultimo è uno dei tesori della dieta mediterranea: un concentrato di benessere che ci permette di rimanere in forma e prevenire il colesterolo cattivo.
  • Salendo ancora nella piramide alimentare mediterranea troviamo gli alimenti che andrebbero consumati solo alcune volte a settimana: pesce, carne bianca (pollo, tacchino, ecc.) e uova.
  • Quasi al vertice ci sono i dolci, che si potrebbero mangiare solo alcune volte al mese, mentre nella punta più alta della piramide è collocata la carne rossa, il cui consumo andrebbe limitato notevolmente.

I benefici della dieta mediterranea

La dieta mediterranea è ormai diventata un vero e proprio modello da seguire per chi desidera mantenersi in forma e in uno stato di salute ottimale. Diverse ricerche hanno infatti dimostrato che seguendo questo regime alimentare è possibile prevenire in modo notevole tutte quelle patologie che in qualche modo sono legate alla dieta e che sono sempre più diffuse nei Paesi industrializzati. Non a caso vengono definite patologie del benessere e includono il diabete, l’ipertensione, l’ipercolesterolemia, i tumori e l’obesità.

Tra i maggiori benefici della dieta mediterranea quindi vale la pena ricordare i seguenti:

  • Assicura un elevato apporto di vitamine e sali minerali, indispensabili per rafforzare il sistema immunitario;
  • Aiuta a mantenere bassi i livelli di colesterolo cattivo ed aumentare quello buono (contenuto ad esempio nell’olio extravergine di oliva);
  • Aiuta a contenere i livelli di glicemia nel sangue;
  • Rallenta l’invecchiamento cellulare ed i radicali liberi;
  • Previene alcune patologie degenerative come il morbo di Parkinson, la SLA e l’Alzheimer.

Dieta mediterranea: esempio di menù giornaliero

Come abbiamo detto, noi italiani siamo davvero fortunati perché possiamo seguire questo regime dietetico con semplicità, mentre in altri Paesi potrebbe risultare più complesso. Basti pensare anche solo alla pasta, che per noi è normale consumare ma che per molte altre persone che vivono all’estero è decisamente più rara. Vediamo ora un esempio di dieta mediterranea per mantenersi in forma e perdere magari anche quei chili di troppo accumulati con un’alimentazione troppo sregolata.

Colazione

  • 1 tazza (200 ml) di latte parzialmente scremato
  • 30 g di fette biscottate
  • Marmellata (senza zuccheri aggiunti) oppure un frutto di stagione

Spuntino del mattino

  • 1 frutto di stagione (mela, pera, kiwi, ecc.) oppure un pugno di noci

Pranzo

  • 80 g di pasta o riso
  • Verdure di stagione condite con poco sale e olio extravergine di oliva

Spuntino pomeridiano

  • 1 frutto di stagione oppure macedonia di frutta oppure mandorle

Cena

  • 80/100 g di petto di pollo ai ferri condito con olio extravergine di oliva e poco sale (oppure pesce magro o tacchino)
  • Verdure di stagione
  • Pane

Questo è solo un esempio di come potrebbe essere il menù giornaliero: non occorre seguirlo alla lettera. L’importante è cercare sempre di equilibrare gli alimenti in modo da non eccedere con le proteine di origine animale. I dolci, come abbiamo visto prima, sono concessi solo poche volte al mese e quindi è meglio riservarli per le occasioni particolari (per esempio se si va a cena fuori o se c’è una ricorrenza da festeggiare).

2019-05-22T10:58:26+00:00